logo

Chiringuitos!

Dammi tre parole: sole, cuore, amore. E un chiosco selvaggio, per farmi sognare… L’estate ha bisogno di emozioni forti e di luoghi ideali per “un bacio che non fa parlare”: eccoli.

Dici chiringuito e ti viene in mente una baracca di legno e paglia innalzata su una spiaggia caraibica, inondata di musica e piena zeppa di giovani… Beh, non tutti i chioschi sono così, ma la sensazione di libertà rimane, ovunque tali strutture allignino. Perché si, ormai la formula easy propugnata dal chiringuito ha conquistato anche monti, laghi, campagne e perfino città. L’importante è scegliere i migliori, fra quelli più vicini a voi, ovviamente! Quanto all’Italia, la mia classifica annuale (che include anche i sempre graditi cornetti-notte) è assolutamente esplicativa, fermo restando il fatto che non si possono dimenticare le due evoluzioni in salsa gourmet, proposte dallo chef Moreno Cedroni. La prima, il Clandestino Susci Bar di Portonovo, propone la versione italica del sushi nell’ambito di un chiosco proiettato sul mare selvaggio del parco del Conero. La seconda, Anikò di Senigallia, sviluppa la prima “salumeria di pesce al mondo” all’interno di un piccolo chioschetto stiloso, piazzato appena fuori del centro pedonale e votato a servire pesce, crostacei e veloci piatti caldi, accompagnati da un buon bicchiere di vino. E dove lo trovate, ai Caraibi, un chiringuito per gastronauti?


Per di più, devo confessare che, pensando ai chioschi nostrani on the beach, la mia mente ritorna sempre con grande piacere al Jeko Bay di Lido di Staranzano (GO), attualmente chiuso, ma location selvaggia, ideale per scatenarsi sulla sabbia, fra torce, mare e vegetazione incontaminata. Già. C’era una volta una serie di chioschi, spartani e kitsch, allo stesso tempo, piazzati a pochi metri dal delta del fiume Isonzo, nell’ultimo tratto di spiaggia prima del Parco Naturale, in grado di spalancare le porte su una realtà unica. Una realtà fatta di un panorama fiabesco sull’intero golfo di Panzano, musica dance fino all’alba e totale libertà nell’espressione delle proprie sensazioni vitali. Qua, la trasgressione era di casa, soprattutto nei magici full moon party in cui nulla era programmato ma tutto accadeva, perché la luna sa fare miracoli… Certo, per raggiungere la location occorreva percorrere un tratto di strada sterrata e parcheggiare le auto in mezzo al bosco, ma il gioco valeva la candela, vieppiù presentandosi in loco fin dall’ora dell’aperitivo, quando davanti agli occhi si parava un fantastico tramonto su un mare piatto come l’olio, attraversato da insolite specie di animali e uccelli, in libera uscita dall’adiacente oasi faunistica. Ogni flash back che si rispetti non viene mai da solo. Vale la stessa legge delle patatine: uno tira l’altro. Ecco, quindi, il dovuto ricordo de L’Avamposto di Santa Cesarea Terme (LE) o Baretto di Porto Miggiano che dir si voglia (a ridosso di un’antica torre saracena), Controvento di Torre San Gregorio (LE) by Gianni De Blasi e Barlovento di Santa Teresa di Gallura (OT)…

Quanto al resto del mondo, la top ten 2013 prevede un’intrigante miscela di fascino, emozioni e musica. Tutta da vivere. Perché, se il Panormos (Panormos Beach) di Mykonos colpisce al cuore con allestimenti di charme, il Dino’s (Praia Do Tofo) a Inhambane, Mozambico punta tutto su un’atmosfera frikkettona. Se l’Amore Iodio di Formentera (Pilar de La Mola) punta e reiterare le magie dello storico Can Blaiet, cui subentra, il Chiringuito Beach by Magazan di El Jadida (Marocco) può contare sulle irruzioni canore di Tara McDonald. Se il Floyd's Pelican Bar (Treasure Beach) in quel di Negril, Giamaica, pare stare in piedi per miracolo, il Calamar di El Prat de Llobregat (Spagna) regala sprazzi di musica elettronica (in consolle, si vedono Richie Hawtin vs Marco Carola, Ellen Allien e Paco Osuna) al vicino Aeroporto Internazionale di Barcellona. Se El Kabron (Jl. Pantai Cemongkak, Pecatu) di Bali offre colori irreali, piscina a sfioro e sottofondo chill out, il Chiringuito Beach made in Colombia trova il modo di sdoppiarsi, per fare divertire tanto Cartagena (playas de Marbella, ave. Santander) quanto Baranquilla (playas de Salgar). Se il Palm Beach (Playa de la Rada, Junto río la Cala) di Estepona, Spagna, crede fortemente nei Sunset Vibes, il Kokoon (Rod. Jorn. Manoel de Menezes, Praia Mole) di Florianópolis, Brasile, s’impegna allo spasimo nottetempo, affidando la colonna sonora al bravo dj/producer brasiliano, Ricca Ban. Se riuscirete a frequentare uno di questi post, forse non vi basteranno tre parole per descrivere la vostra estate…



La Mia Classifica

TOP 25 Chiringuitos & Night Cornetteros

Non sei d'accordo? Vota il tuo chiringuito preferito!





Created by Roberto Piccinelli  |  Powered by dabit.net  |  Info e Legal