logo

Un’isola,
un perchè

Ci sono luoghi dove l’estate pare non arrivare mai ed altri dove parte in anticipo… Ibiza, per esempio.


Un’isola che, nel corso degli anni, ha saputo cambiare pelle, resettarsi e darsi regole, pur mantenendo un’identità fortissima. Senz’altro diversa da un passato che non intendiamo rispolverare in questa occasione, perché non è il momento. Perché c’è, piuttosto, bisogno di riaffermare il predominio della musica ballata. Perché la magia della grotta di Can Marcà. Perché c’è la voglia di passare in rassegna i dj più bravi al mondo. Perché c’è il desiderio di risvegliarsi a Cala Llonga o Cala Portinax. Perché c’è sempre la possibilità di scoprire qualcosa di nuovo, anche se non necessariamente di positivo, tipo lo scioglimento degli Swedish House Mafia. Dall’anno scorso a quest’anno, per testimoniare che Lio (Paseo Juan Carlos I, Puerto Deportivo Marina. Tel. +34 971 310022) ha aperto la bella stagione giovedì 23 maggio e Ushuaia (Playa d'en Bossa 10, Sant Jordi de Ses Salines. Tel. +34 902 424 252) il sabato seguente, con un tris di selector di peso, Sven Vath, Luciano e Loco Dice.

Siamo entrati nel merito, parlando di due nuovi punti di riferimento per il mondo del divertimento: il primo è un club, ristorante e cabaret di stampo classico nato appena tre anni fa sulle ceneri del mai dimenticato El Divino, si affaccia sul mare, gode di un panorama delizioso sulla città vecchia, vanta una clientela selezionata ed è gestito da Ricardo Urgell, deus ex machina anche del celeberrimo Pacha (Avenida 8 de Agosto s/n. Tel. +34 971 313612), che quest’anno festegga il 40° anniversario (1973-2013), propone la domenica Solomun (Dennis Ferrer, Miss Kittin e Tensnake al mixer) e mantiene fisso il giovedì F*** Me Iʼm Famous by David Guetta.


Il secondo è un complesso che, pur altrettanto recente, non smette di crescere e stupire: ad un hotel con maxi pista da ballo a bordo piscina, si aggiunge quest’anno un altro albergo, sottotitolato Tower, per dar modo ad un sempre maggior numero di clubgoers di vivere appieno una realtà che consente di ballare fin dalle prime ore del pomeriggio, in presenza di una programmazione musicale over the top. Perché si, qui, inaugurazione a parte, si balla da mezzogiorno a mezzanotte. Non un minuto di più, per non intaccare equilibri e per arrivare alla quadratura di un cerchio che, nottetempo, vede lo Space (Playa d’en Bossa s/n, Sant Josep de Sa Talaia. Tel. +34 971 396793) deciso a prendersi la ribalta. A mettere le cose in chiaro è stata un’inaugurazione che ha visto, fra l’altro, l’esibizione di Chemical Brothrs, Bushawacka, Felix Da Housecat e Booka Shade, propositivo duo tedesco formato da Walter Merziger e Arno Kammermeier. Con tanto di sabato targato Kehakuma partito subito dopo, il 1 giugno e con il martedì 12 Nights of the Revolution – The Party Unites, gestito per il 12° anno di fila da Carl Cox (inaugurazione 9 luglio). Tiene pesantemente botta il lunedì Circoloco al Dc 10 (Carretera de las Salinas km.1) con Andrea Pelino e Antonio Fatini che vanno sul sicuro con selector quali Tania Vulcano, Damian Lazarus, Dan Ghenacia, Dubfire, Timo Maas e Kerri Chandler.


L’altro lunedì forte dell’isola è quel Cocoon che l’etichetta discografica sviluppa in un Amnesia (San Antonio Road Km. 5, San Rafael. Tel. +34971 198041), già carico per il Cream (Paul Van Dyk e Above & Beyond a menare le danze) del giovedì, il Music On (Joseph Capriati e Marco Carola on the mix), del venerdì ed il mercoledì de La Troya by Brasilio De Oliveira. Per chi non masticasse alcunchè di Party Story, varrà la pena di ricordare che Brasilio è una vera e propria icona delle notti ibizenche e che gran parte degli eventi al top sono stati merito suo, fin dagli Anni ’80. La one night in questione nacque al Ku oltre 20 anni fa con il nome di Vaca Asesina, poi si spostò all’Amnesia sotto forma di La Troya Asesina e solo con il precedente approdo allo Space decise di chiamarsi semplicemente La Troya. Evento di buona forza trasgressiva, imperniato su colore e allegria, può contare sulla musica di Les Schmitz e Oscar Colorado.

A gestire il tutto, c’è la grinta di Paola Cuervo, braccio destro del boss e art director di lungo corso. Il breve passo inditreo nel tempo permette di saltare con facilità sulla programmazione del Privilege (Urb. San Rafael s/n, San Rafael. Tel. +34 971 198160) che sfoggia il lunedì A State of Trance griffato Armin van Buuren e il venerdì SuperMartXè con Cristian Varela in qualità di dj resident, fermo restando che la nuova e panoramica area Vista Club ospita il giovedì Manimalz (Dan Marciano dj) e, soprattutto, il sabato Elroy che prevede esibizioni di Laurent Garnier, Vitalic, Paco Osuna, Joris Voorn e Nick Fanciulli.


Si dà un gran da fare per entrare definitivamente nel gotha anche il Blue Marlin (Playa de cala Jondal. Tel. +34 971 410117), che apre un ristorante in Paseo Juan Carlos 1, Marina Nueva, amplia le collaborazioni, implementa il magazine e aumenta gli sponsor. Il direttore generale, Mattia Ulivieri, figlio della pirotecnica Pinina Garavaglia, si dimostra particolarmente attento all’individuazione di nuovi dj in rampa di lancio, fermo restando il fatto che non si fa mai mancare la presenza di Tommy Vee e Mauro Ferrucci. Quanto a discoteche, la vera novità dell’estate arriva però da un ristorante! Il Downtown (Paseo Juan Carlos I 17. Tel. + 34 971 1599050) di Giuseppe Cipriani non si limita ad inaugurare la stagione (giovedì 23 maggio) con un party che vede in console Fat Boy Slim, Rob Da Bank e Andy Baxter, ma apre una pista da ballo vera e propria, prendendo il posto del vecchio Penelope, la chiama Bomba (Av. 8 de Agosto) e le regala una programmazione imperniata su eventi seriali e dj sfilati al Pacha: Cadenza Vagabundos, Defected e Erick Morillo!


Ma se il gioiello di Luciano non fa altro che tener fede al nome errabondo ed a trarne pubblicità per il nuovo, omonimo shop aperto in Carrer Manuel Sorà 12, l’etichetta indissolubilmente legata alla musica house e il master colombiano con Subliminal, la sua label, erano ormai considerati degli aficionados… Ovviamente, Ibiza non finisce certo con le discoteche, ragion per cui vale senz’altro la pena di segnalare qualche location extra. Partendo da un chiringuito in bilico fra tempo e spazio quale Sa Trinxa (Playa de Ses Salines. Tel. +34 637 826183), ove spesso e volentieri mette i dischi un dj italiano “malato” di isla blanca come Franco Moiraghi, per proseguire con Los Bodegueros (Calle Miguel Cayetano Soler 9. Tel. +34 971 718275), ove vanno alla grande i pintxos de La Mari.

E, poi, Jag (Playa d'en Bossa. Tel. +34 971 301598), risto-disco in Edificio Bossamar, “primera linea de playa”, che punta sui party ma soprattutto sulla presenza in cucina di Gilles Escaffre, reduce da collaborazioni con Alain Ducasse, Joel Robuchon e Ferran Adria, nonchè da esperienze professionali al Baoli di Cannes e al Vitta Baoli di Miami; 9 Nine (Carrer de Felip II 9. Tel. +34 971 310160), disco bar votato alle sonorità ricercate; Ocean Beach (Carrer Des Moli 12/14, San Antonio. Tel. +34 971 803260), lido altamente coinvolgente; El Chiringuito (Playa Es Cavallet. Tel. +34 971 395355), ristobar dal design assai curato; Kumharas (Carre Lugo 2, cala de Bou, San Jose. Tel. +34 971 805740), sunset bar di stampo etnico; B.for (avenida 8 de Agosto. Tel. +34 971 099220), frizzante tempio jap targato Planet Sushi e già frequentato ad inizio stagione dall’Osvaldo furioso di pallonara memoria, che i tifosi romanisti hanno soprannominato “Johnny Depp de Noantri” e che le tifose vorrebbero volentieri impalmare.

Dulcis in fundo, non può mancare il piacevolissimo agriturismo Atzarò (Ctra. Sant Joan km 15. Tel. +34 971 338838), talmente ben attrezzato da non negarsi nemmeno un iperattivo chiosco on the beach, in Playa Cala Nova, Es Cana. Ci fermiamo qua, anche se potremmo andare avanti a lungo, perché di carne al fuoco ce n’è davvero tanta. Ma torneremo sull’argomento, non foss’altro per ricordare quel viaggio da tutto in una notte promosso da un pierre di lungo corso quale Nicola Parente e, ancor prima, i tempi di People from Ibiza






Created by Roberto Piccinelli  |  Powered by dabit.net  |  Info e Legal