logo

Ode al candore

A Bologna, incontri ravvicinati del terzo tipo fra abbigliamento, cosmetica, fiori, alimentari, profumi e arredi. Tutti inondati di un bagliore luminoso…

E’ il bianco, inteso come come simbolo di purezza, il minimo comune denominatore scelto da Luca Righi titolare di Art’è (via Frassinago 2/a) per illuminare d’immenso il già intrigante flagship store bolognese 9.2 by Carlo Chionna (via de’ Toschi 7), sede di un evento fuori dagli schemi. Un percorso cromatico e sensoriale capace di miscelare fra loro elementi di arredo, composizioni floreali, installazioni, profumi artistici, candele e diffusori di fragranze naturali. E fu così che i capi del casualwear ospitante, assemblati al meglio, si ritrovarono ad incrociare Puravida Bio, linea di cosmetici a base di ingredienti alimentari certificati, ma anche risultanza dell’incontro con la storica azienda Camorak e gli alimenti biologici Alce Nero. Sugli scudi un cofanetto limited edition contenente la doccia schiuma e latte corpo Zenziglia, unione armoniosa delle candide note di zenzero e vaniglia, perfettamente abbinabili con il cioccolato bianco ricavato da una miscela di semi di cacao del Costa Rica e dovuto alla maestria di un’antica maison chocolatier svizzera. Un altro elemento della partita è stata la griffe Beauty For Real, imperniata su make up con principi attivi antiossidanti, sviluppati nei laboratori chimici degli USA, senza l’impiego di parabeni e non testati su animali. In questo caso, la proposta si è ritrovata ad essere imperniata su un lipgloss con specchietto e smalto, entrambi dotati di luce a led che consente di ritoccare il trucco anche al buio. Dulcis in fundo, Fibrae di Alessandra Lepri ha proposto una capsule collection di bracciali profumati avvolti in un segnalibro chiamato a conservare la dolce fragranza bianca della tuberosa di Honoré des Prés. Nella confezione c’era anche una fiala di profumo funzionale alla ricarica del bracciale.

Essendo a Bologna, con la bella stagione, non si può fare a meno di fare un salto a 10 Codivilla (via Codivilla 10), un chiosco o, meglio, una baracchina assurta al rango di vera e propria hit della socializzazione. Da aprile a settembre, per raggiungerla all’ora dell’aperitivo c’è la processione: del resto i tavoli migliori vengono prenotati in anticipo, proprio come in discoteca! Dislocato in una piacevole piazzetta, fra erba e panchine, è aperta dalla tarda mattinata alla notte inoltrata, per la gioia di chi non ne può fare a meno nemmeno a pranzo, anche solo per sbocconcellare un’insalatona. Dj set a iosa, una marea di gente, tante chiacchiere ed il piacere di avere i colli a due passi…





Created by Roberto Piccinelli  |  Powered by dabit.net  |  Info e Legal